corniolo                                               Cornus mas L.

                                                       Cornaceae

Foglie : decidue, semplici a lamina ovale-ellittica, accuminate, di 4-10 cm con 3-5 paia di          nervature sub-parallele al margine , inserzione opposta

Fiori  : piccoli fiori gialli riuniti in infiorescenze formate da una decina di singoli          fiori, quattro brattee alla base; la fioritura avviene tra gennaio e marzo quando          ancora mancano le foglie

Frutti : drupe ovoidali, pendule, di colore rossastro alla maturazione

Port.  : arbustivo-cespuglioso, ma a volte si presenta anche come alberello

 

Pianta spontanea in quasi tutta l' Italia nei boschi radi di querce e nei boschi misti di latifoglie, al margine del bosco e negli arbusteti in ambienti caldi e aridi d'estate molto simile alla sanguinella.
Cresce su suoli mediamente profondi, ricchi di basi e di sali nutritizi. Il suffisso latino mas= maschile sembra riferirsi al legno particolarmente duro (i greci ne ricavavano le aste per le lance) e si contrapporrebbe al sanguinello, denominato dal Plinio Cornus "femina" a legno fragile.
A scopo ornamentale sono state selezionate numerose varietà (C. alba C. canadensis C. controversa C. kousa C. officinalis C. racemosa C. sericea C. elegantissima C. aurea)

   


  • corniolo-bacche
  • corniolo-fiori
  • corniolo-fiori2
  • corniolo-foglie