liquidambar                                     Liquidambar styraciflua L.

                                                Hamamelidaceae

Foglie : decidue, semplici, palmate a 5-7 lobitriangolari, margine seghettato. Colore          autunnale da giallo a porpora

Fiori  : infiorescenze unisessuali : inf. masch. in capolini eretti, inf. femm. in capolini          pendenti e peduncolati

Frutti : infruttescenze sferiche e spinose contenenti semi alati, lungo peduncolo,

Port.  : sino a 15 m di altezza

 

Questa pianta produce resina; da ciò deriva il nome del genere, e tale proprietà è ripresa anche dal nome specifico ("ambra liquida", "che secerne resina"). Il liquidambar è originario dei settore atlantico del Nord America, da dove è stato importato in Europa verso il 1680, come ornamentale e per la produzione legnosa. E pianta longeva, molto rustica, che si adatta a qualsiasi terreno, anche umido e inondato temporaneamente; resiste alle basse temperature sino a -15, -20 C. Nei luoghi d'origine è importante per il legno, simile al mogano, pesante, omogeneo, facile da lavorare e che viene usato per pannelli e mobili. In Europa la specie è diffusa soprattutto come ornamentale, ma recentemente è stata impiegata anche in selvicoltura, come specie a rapido accrescimento. La resina che viene prodotta incidendo la corteccia è detta "balsamo d'ambra" e ha forte odore aromatico.

 


  • liquidambar-infruttescenze
  • liquidambar-fiori femm
  • liquidambar-fiori masch-femm