gelso bianco                                               Morus alba L.

                                                           Moraceae

Foglie : decidue, cordate e assimmetriche alla base, margine irregolarmente dentato, a          volte trilobate

Fiori  : ermafroditi o unisessuali(prevalenti),infiorescenze masch. in amenti cilindrici di          2-4 cm, inf. femm. in amenti ovali di 1 cm o meno con breve peduncolo; fioritura          apr/mag

Frutti : more dolci di color bianco-rosato

Port.  : Comunemente è coltivato a capitozza, con un breve tronco da cui si dipartono          numerosi rami arcuati, sottoposti a periodica potatura.

 

Il gelso è originario del continente asiatico ed è stato importato in Europa da antica data, diffuso per il legno e i frutti e successivamente per l'allevamento del baco da seta. Pianta piuttosto frugale e rustica, resiste discretamente al freddo; s'incontra dalla pianura fino a 800 m di altitudine. Il gelso bianco ( Morus alba) si è diffuso in Europa dalle zone originarie dell'Asia orientale piú tardi rispetto al gelso nero, intorno al XII secolo, parallelamente al diffondersi dell'allevamento dei baco da seta, che ne utilizzava le foglie come alimento.


Simile è il G. Nero (Morus nigra L.) che ha foglie più piccole e frutti che a maturità passano dal color porpora al nero

 


  • gelso nero-fiori femm
  • gelso- fiori masch
  • gelso-fiori masch 2
  • gelso nero-bacche
  • gelso-bacche
  • gelso-fiori femm
  • gelso-albero